Porte aperte a mamme e bambini: nascono tre nuovi Baby Pit Stop

12 Ottobre 2018

Una poltrona, un fasciatoio e tutto l’occorrente per il cambio in un luogo comodo in cui poter allattare e godere di un momento di tranquillità: sono tre i “Baby Pit Stop” di ASP riconosciuti da UNICEF per favorire una comunità aperta ed inclusiva.

“Si tratta – afferma l’Assessore alla Sanità e al Welfare Giuliano Barigazzi – di una concreta iniziativa a sostegno della genitorialità in ogni suo aspetto, partendo dalla relazione madre-bambino, ancor più significativa perché attuata da un’azienda pubblica del Comune di Bologna, cui auspico altri vorranno dar seguito.”

Questa iniziativa si inserisce tra le diverse azioni messe in campo da ASP per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e per favorire le pari opportunità di genere, e si realizza in linea con un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale di Bologna il 2 ottobre 2017 che intendeva "proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento materno”.

ASP Città di Bologna mette a disposizione nelle sedi di servizio degli spazi dedicati alle madri e ai loro bambini, in diversi quartieri della città:

• Centro Servizi Viale Roma 21 (Quartiere Savena)
• Centro per le Famiglie, in via de’ Carracci, 59 – vicino alla stazione AV (Quartiere Navile)
• Servizio Protezioni Internazionali, in via del Pratello 53 (Quartiere Porto-Saragozza)